Dieta vegetariana contro la pressione alta

Chi soffre di ipertensione, così come pure coloro che risultano essere particolarmente esposti a tale patologia a fronte di alcuni casi in famiglia, si chiedono spesso cosa mangiare in caso di pressione alta.
Ebbene, una dieta completamente vegetariana potrebbe fornire un valido aiuto in tal senso. A sostenerlo una recente analisi condotta dal Physicans Committee for Responsible Medicine di Washington, che ha analizzato i dati raccolti in ben 39 precedente ricerche, per un totale di oltre 21.000 soggetti partecipanti.

Ebbene, secondo i ricercatori, i vegetariani presenterebbero valori medi di pressione arteriosa sia sistolica che diastolica inferiori rispetto agli onnivori. La dieta vegetariana, dunque, sarebbe una valida alleata per contrastare l’ipertensione, in particolare eliminare dalla propria dieta la carne e il pesce consentirebbe di raggiungere risultati simili a quelli che derivano dall’adozione di uno stile di vita corretto da seguire in caso di pressione alta, tra cui la drastica riduzione di sodio o la perdita di peso in caso di soggetti in sovrappeso.

Tuttavia, come sottolineato dai medici che hanno preso parte all’indagine, se è vero che la dieta vegetariana può aiutare a tenere sotto controllo la pressione arteriosa è anche vero che si tratta di uno stile di vita corretto che può essere sempre adottato ma che nei casi più gravi deve necessariamente essere associato ad una terapia farmacologica prescritta dal medico. In altre parole, dunque, eliminare il consumo di carne o pesce non sostituisce assolutamente l’assunzione di eventuali medicinali che hanno il compito di tenere sotto controllo la pressione arteriosa.