Anguria contro l’ipertensione

Si ci chiede spesso cosa mangiare in caso di pressione alta. Ebbene, alla lista degli alimenti da preferire entra a pieno titolo l’anguria, tipico frutto estivo estremamente dissetante e rifrescante.

A dimostrarlo è un recente studio coordinato da Arturo Figueroa, professore della Florida State University, e pubblicato sull’autorevole rivista specializzata “American Journal of Hypertension“. In particolare, la ricerca ha dimostrato che l’anguria, utilizzata nello studio sotto forma di estratto, diminuisce la quantità di sangue pompato dal cuore all’aorta, l’arteria più grande dell’organismo umano.

Nel dettaglio, lo studio è stato condotto su un campione di 13 persone di mezza età, sia uomini che donne, affette da ipertensione e divise in due diversi gruppi: al primo gruppo durante le prime sei settimane è stato somministrato estratto di anguria, corrispondente a 4 grammi di aminoacido L-citrullina e 2 grammi di L-arginina al giorno. All’altro gruppo è invece stato dato un placebo per lo stesso arco di tempo. Nel periodo di sperimentazione, inoltre, i partecipanti si sono astenuti dall’uso di farmaci per la pressione arteriosa, hanno adottato uno stile di vita alimentare diverso e iniziato a svolgere attività sportiva.

Ebbene, una volta terminato il periodo di sperimentazione, i ricercatori hanno potuto constatare che il consumo di anguria ha un effetto positivo sui soggetti che soffrono di ipertensione, anche in presenza di temperature fredde oltre che calde, in quanto in ogni condizione la pressione sanguigna è diminuita comportando un minor sovraccarico per il cuore e consentendogli di lavorare facilmente anche in condizioni atmosferiche caratterizzate da temperature piuttosto rigide.